Stelle amigurumi

Da quando è arrivato Alberto ad ad oggi, non mi sono mai ritagliata del tempo da dedicare al blog anche se qualcosa, non molto, in questi 5 mesi ho fatto.

Voglio ricominciare a postare partendo dalle stelline portachiavi che questa sera Davide porterà ai soci dell’APAN (Associazione Provinciale Astrofili Novaresi) che domenica scorsa ci ha permesso di utilizzare le strutture dell’osservatorio di Suno (NO) per festeggiare il Battesimo del nostro Alberto.

04 stelle

Da circa due mesi nei ritagli di tempo ho realizzato le stelline seguendo le istruzioni di questo sito in spagnolo, poi ho aggiunto un anello di 20 catenelle con un giro di punto basso e l’ho collegato alla sua stella con 2 punti bassissimi ed in seguito ho inserito un anello metallico nell’asola comprato in un bazar gestito da cinesi.

Ecco alcuni portachiavi nei particolari

Ora vi saluto augurando buona manualità a tutti coloro che passeranno a vedere le mie stelline.

Annunci

Girandole

Alberto il 30 di Novembre era cefalico… il 30 di Dicembre podalico… panicooo. Tutto ma non un cesareo, la mia ginecologa mi propone di fare la moxa con le ostetriche dell’ospedale ed eventualmente la manovra di ribaltamento per farlo tornare cefalico.

Il 1 Gennaio comincio la moxa e un po’ all’ospedale con le ostetriche Daniela e Donatella e un po’ a casa con il mio compagno tutti i giorni per 15 giorni dal 1 Gennaio al 15 mi faccio bruciacchiare i mignoli dei piedi per evitare il cesareo, ma nulla, mi spiegano bene in cosa consiste il ribaltamento e anche questo non fa per me.

Io e Davide, il mio compagno, decidiamo di andare oltre i 15 giorni canonici e al controllo del 19 Gennaio, Alberto era Cefalico, gioia, gioia infinita, mi sento come se mi avessero tolto uno zaino di 60 kg dalle spalle.

Sulla strada del ritorno vedo in una vetrina delle girandole e mi viene voglia di regalarle alle due ostetriche che mi hanno fatto conoscere questa meravigliosa tecnica, che ha permesso ad Alberto di girarsi, ma poi penso che non sono delle bambine e anche i loro figli hanno passato l’età di apprezzare delle girandole, poi mi è venuto in mente che mia nonna mi aveva insegnato a fare delle presine a girandola e così scelgo il cotone e mi metto al lavoro ed ecco il risultato.

01-presine-girandola

Ho provato a disegnare lo schema per realizzarle, ma graficamente non era abbastanza chiaro, quindi ho deciso di scrivere lo schema, spero di essere chiara e se non lo fossi datemi pure consigli su come migliorarlo o chiedetemi spiegazioni, Alberto permettendo cercherò di rispondere.

Punti impiegati:

anello magico – punto alto  – punto alto lavorato in rilievo sul davanti – punto alto lavorato in rilievo sul retro – punto gambero.

Schema:

Anello magico

1 giro: 12 punti alti chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella

2 giro: 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 2 punti alti a rilievo sul davanti in un punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella

3 giro: 1 punto alto a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 1 punto alto a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella.

 4 giro: 2 punti alti a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 2 punti alti a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella.

5 giro: 3 punti alti a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 3 punti alti a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella.

6 giro: 4 punti alti a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 4 punti alti a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella.

7 giro: 5 punti alti a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 5 punti alti a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella.

8 giro: 6 punti alti a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 6 punti alti a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella.

9 giro: 7 punti alti a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 7 punti alti a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella.

10 giro: 8 punti alti a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 8 punti alti a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella.

11 giro: 9 punti alti a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 9 punti alti a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella.

12 giro: 10 punti alti a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 10 punti alti a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella.

13 giro: 11 punti alti a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 11 punti alti a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella.

14 giro: 12 punti alti a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 12 punti alti a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e chiudere il lavoro.

Con un colore in contrasto lavorare a punto gambero i sei spicchi a punto alto in rilievo, e fare un asola a punto catenella.

03-presine-girandola

Realizzare un fiorellino e cucirlo nel centro della girandola.

05-presine-girandola

Ecco il risultato di una singola presina 02-presine-girandola

Ho usato l’uncinetto n.2 e tre fili di cotone n. 8

Sono molto contenta del risultato, domani ho un controllo all’ospedale e penso di lasciare le presine in ostetricia sperando che piacciano anche alle due ostetriche che mi hanno aiutato a far ritornare Alberto cefalico e mi hanno evitato il parto cesareo.

Spero che vi siano piaciute le mie presine e vi sia venuta voglia di realizzarle per la vostra cucina o da regalare.

Vi saluto augurando a tutti coloro che passano di qui buona manualità.

 

 

 

La copertina di Alberto

Dopo infiniti fare e disfare ieri, esattamente un mese prima del termine della gravidanza ho completato la copertina per Alberto; se avesse deciso di arrivare prima, l’avrei dovuta concludere nelle pause tra una contrazione e l’altra ;-).

01-copertina-alberto

Dell’originale ne avevo già parlato in questo post, ma ho dovuto fare molte modifiche: l’originale era troppo grande, quando ho scelto una composizione degli stessi elementi ma con disposizioni diverse, ma la copertina è risultata più larga che lunga, alla fine ho disfatto di nuovo e ho allungato i tronchi degli alberi e ho aggiunto un po’ di cielo sopra la cima degli alberi e finalmente è diventata da misura che volevo.

La lavorazione degli alberi è stata molto simile al ricamo, ad un certo punto ho anche segnato il numero delle maglie a punto basso per poter seguire meglio lo schema.

03-copertina-alberto

04-copertina-alberto

Rispetto all’originale ho cambiato anche il bordino.

05-copertina-alberto

Non perché quello della foto non mi piacesse, ma nelle spiegazioni in inglese non sono riuscita ad individuarle, così ho trovato molto carina questa passamaneria fatta all’uncinetto che propone questo post, l’ho fatto lavorando sul rovescio del lavoro.

Ora la copertina deve essere ancora lavata e stirata ma per la nascita di Alberto sarà pronta ed è questo quello che conta.

Vi saluto e vi auguro buona domenica e manualità.

 .

 

Collana floreale

Credo che sarà capitato a tutte di trovare qualcosa di assolutamente meraviglioso, fatto a maglia o all’uncinetto, in Pinterest o Google immagini, entrare nel sito e poi scoprire che l’articolo è in vendita e non ci sono gli schemi. Questo è quello che è successo a me sperando di poter copiare la collana di questo sito.

Ma non mi sono persa d’animo, ho pensato “non mi verrà come nella foto, ma di foglie e fiori all’uncinetto è pieno il web e con un po’ di pazienza riuscirò a realizzare la mia copia”, e così ho fatto.

dscn3443

Per la lunghezza ho trovato questo sito è in russo, ma le misure sono in cm, quindi perfettamente consultabili anche dalle italiane, per la collana vera e propria ho fatto una spighetta rumena di 70 cm più 25 cm per il fogliame.

Per le istruzioni della spighetta rumena ho seguito le indicazioni di questo video, per l’esattezza ciò che la youtubber chiama anelli sono asole, ma a parte questa imprecisione il video è davvero molto chiaro e preciso.

ù

Per le foglie mi sono fatta uno schema personale, modificando lo schema che avevo realizzato per la stella di Natale di questo post, per i piccioli ho fatto cordine con la spighetta rumena di diverse misure.

dscn3410

Avevo paura che le foglie si arricciassero come le foglie autunnali, così ho pensato che avrei dovuto stirarle come faceva mia nonna con i centrini, ma per qualche fogliolina non avevo voglia di: andare a comprare l’amido, far bollire acqua e amido, aspettare che si raffreddasse e solo dopo poter inamidare.

Così ho deciso di sperimentare le istruzioni di Beratrix in questo post per stirare con la colla vinilica.

Così ho preso un pezzo polistirolo e l’ho ricoperto con un po’ di stoffa fermandola con qualche spillo.

Ho mixato gli ingredienti: acqua e colla vinilica nelle proporzioni consigliate da Beatrix e ho bagnato le mie foglioline, lasciando fuori i piccioli.

dscn3413

Poi ho fermato con gli spilli le foglie sul supporto in polistirolo.

Il giorno dopo ho tolto gli spilli e ho ottenuto le foglie aperte, proprio come le desideravo io.

Per i fiori dopo un po’ di prove ho deciso di realizzare quelli di questo sito, il sito è in una lingua a me sconosciuta e inglese con foto molto chiare tanto che a dispetto delle lingue straniere i miei fiori sono molto simili agli originali.

Con ago e filo, cercando di nascondere i punti ho assemblato il tutto.

Sono soddisfatta del risultato e spero che il mio progetto vi piaccia e che sopratutto vi sia di ispirazione per i vostri lavori.

Ora vi saluto augurandovi buona manualità.

Le mie scarpine

Nella scatola decorata per la mia insegnate di yoga, oltre alle scarpine di lana ho messo anche un paio di scarpine tipo Converse All Star fatte con l’uncinetto. Stanno un po’ strettine, ma una volta tolte dalla scatola tornano in forma 🙂

DSCN3156

Ieri ho fatto scorrere un po’ il mio blog e ho notato che dopo gli articoli dedicati alle gare di Pazze x il Natale i post più numerosi erano quelli dedicati alle scarpine per neonati. Quindi ho pensato di aggiungere a questo  anche l’elenco delle scarpine che ho realizzato e i relativi link per andare a prendere le spiegazioni.

DSCN3154

Per le scarpine tipo All Star il mio post di riferimento è questo.

32 elfo

Il mio secondo esperimento sono state le scarpine da elfo che ne ho anche modificato lo schema per farle un po’ più grandi. Il post principale è questo, mentre quest’altro è quello con le mie modifiche.

015 kimono

Poi ci sono state le scarpine kimono.

001 scar

Ed in fine le più classiche  che sono il penultimo modello che ho realizzato a maglia.

001-scarpine-e-cappellino

Queste sono le prime scarpine che ho fatto per Alberto, mio figli che arriverà a Febbraio 2016 e le indicazioni per trovare come farle le trovate in questo post.

Spero che questo post possa essere utile per andare a cercare velocemente gli schemi e se in futuro realizzato altri tipi scarpine per bebè, aggiornerò questo post per avere tutto sottocchio ;-).

Buona manualità a tutti.

Borsetta da cerimonia

Per il Battesimo di Alessio, avevo bisogno di una borsetta elegante, l’unica che avevo era vecchia e malandata, per l’occasione avevo già acquistato delle scarpe blu scuro e girando nel web sono incappata in questo tutorial.

Questo è quello che ho realizzato

014

Per la realizzazione ho seguito pedissequamente il tutorial fino a quando sono arrivata alla fodera, nel tutorial si usa della fodera sintetica e del cartoncino termoindurente… ma io a casa non avevo nell’uno nell’uno nell’altro e sopratutto non avevo tempo di andare a cercarli.

Così il materiale per proseguire l’ho cercato tra ciò che avevo a casa… la mia vecchia borsetta, cartoncino blu, nastro biadesivo, stoffa di un vecchio copri divano. Dalla vecchia borsetta ho ricavato la catenella da tracolla e il bottoncino calamitato e tanta fantasia e determinazione.

Dal cartoncino blu ho ritagliato un rettangolo leggermente più piccolo del rettangolo fatto all’uncinetto.

001

Dovevo pensare al modo di incollare il cartoncino alla fodera, così ho ho messo delle strisce di nastro biadesivo e poi ho incollato la stoffa cercando di tenderla il meglio possibile.

Con tanta pazienza ho cucito a mano il cartonino al “tappetino” fatto all’uncinetto, dopo di che ho cucito le parti laterali, devo essere sincera prima di trovare le misure corrette dei laterali li ho rifatti ben tre volte perché erano sempre troppo alti rispetto alla borsettina.

Ho poi cucito la borsetta, ho rinunciato al punto gambero per concludere il lavoro, perché mi dispiace ammetterlo ma lavorare sul supporto rigido per me è troppo difficile.

Purtroppo non ho fatto foto, ma ho trovato un grosso problema dopo aver incolato il bottoncino magnetico alla borsetta con la colla a caldo, la fodera non aderiva abbastanza al cartoncino interno e la patella si alzava, così ho dovuto fare dei punti di cucito attorno al bottone passando attraverso il cartoncino per far si che la fodera e il cartoncino fossero abbastanza uniti da vincere la rigidezza del cartoncino che tendeva ad aprire la  patella.

Ho staccato la tracolla dalla mia vecchia borsetta e ho cucito i moschetti alle parti laterali della borsetta e la borsetta è stata conclusa, pronta per essere usata 🙂

Sono molto felice del risultato, al punto che mi è venuta voglia di realizzare anche una borsa più grande e meno elegante da portare in vacanza.

Ora vi saluto e auguro a tutti coloro che passano di qua buona manualità!

 

 

Cappello con avanzi

Bene ragazze, stavo guardando nella borsa del lavoro ed ho trovato gli avanzi della sciarpa fatta con la maglieria magica, due gomitoli di due grigi di tonalità diverse, ovviamente già cominciati, cosa fare??

Spulciando in Internet ho trovato un cappello che mi piaceva molto, che bello sotto c’erano anche le spiegazioni…peccato che fossero incomplete…

Così  ho cercato di copiare, ovviamente per farlo in modo completo avrei avuto bisogno di più lana, così ho cercato di “arrangiarmi”.

Ho cominciato a fare un tondo piatto per 10 giri come spiegato nel sito, se volte seguire quello schema vi sconsiglio di copiare lo schema e incollarlo in un file di un programma di videoscrittura, perché il rito è pieno di pubblicità e a volte partono anche video con audio, molto fastidiosi.

Poi ho cercato un punto simile a quello della foto del cappello, tra tutti quello che ho trovato ho scelto il punto conchiglia per questo punto servono maglie multiple di 14, alla fine del tondo voi avrete 77 punti. 77 diviso 14 fa 5 con l’avanzo di 7, vi consiglio di imbrogliare saltando 4 punti e non tre per le prime 7 volte, in cui dovere fare le catenelle lanciate tra punti alti e bassi.

Anche in questo il caso il sito è pieno di pubblicità, quindi copiate l’immagine e mettetela in un file di testo e lavorate lo schema.

Lo schema è in piano, io l’ho adattato alla lavorazione cilindrica, quindi alla conclusione del giro al posto di tornare in dietro, ho chiuso il giro con un punto bassissimo e ho ripreso la lavorazione senza voltare il lavoro.

Dopo tre conchiglie, anche il secondo gomitolo era quasi finito, quindi ho chiuso il lavoro con un giro tutto di due punti bassi insieme, un altro di un punto basso e due insieme e in fine un giro di punto gambero per chiudere il lavoro.

Questo è il risultato finale, carino no? Ho anche avanzato un po’ di lana mi dovrò far venire un’altra idea.02 cappello

Ora è arrivata la primavera, quindi metterò la mia opera in un cassetto, in attesa dell’autunno. Ora vi saluto con l’augurio di buona manualità.