Ventagli ricordo S. Battesimo

Il martedì e il mercoledì mattina, la nonna paterna di Alberto viene a curarlo per permettermi di fare un po’ di mestieri di casa. Ho dedicato le due mattinate della settimana prima del S. Battesimo di Alberto alla realizzazione di una ventina di ventagli da utilizzare durante il ricevimento e poi da lasciare agli ospiti come ricordo.

Non speravo di riuscire a fare un post così non ho la foto di tutti i ventagli, ma solo di uno e alcune che ho fatto durante la progettazione e la realizzazione del prototipo.

Questo è il ventaglio che ho tenuto per ricordo.

04 vent

E qui due particolari.

L’idea è stata ripresa da quelle del quarantacinquesimo di matrimonio dei miei genitori, mentre per un oggetto più semplice rispetto a quello ideato per quella ricorrenza  mi sono ispirata a questo e da quest’altro blog.

Per la realizzazione della base del ventaglio ho ritagliato 1/3 di cerchio, per la realizzazione della dima, ho disegnato su un cartoncino riciclato (scatola di un vestitino di Alberto) mezza circonferenza e seguendo la costruzione dell’angolo piatto in tre parti uguali

ho usato 2 delle parti uguali per avere una porzione di cerchio con un angolo di 120°.

Ho usato la dima così ottenuta per riportare la sua forma sui cartoncini azzurri che poi ho ritagliato.

In seguito ho decorato in modo molto semplice i ventagli:

  • 3 – 4 fustellate a forma di stellina lungo il bordo;
  • mezza circonferenza di cartoncino o carta decorata incollata lungo il lato del ventaglio  (raggio = 1/2 raggio della circonferenza del ventaglio);
  • un ovale con il nome e la data del S. Battesimo di Alberto;
  • una fustellata a forma di stella nell’angolo del ventagli nella quale ho fatto passare un nastrino.

I nastri che ho usato sono stati tutti riciclati dai regali che Alberto ha ricevuto alla sua nascita, che ho conservato proprio per riutilizzarli in occasione del suo Battesimo, anche se non sapevo ancora come li avrei usati.

01 vent

Ecco qui sopra l’unica fotografia scattata durante la realizzazione dei ventagli, nella quale si vedono i nastri, la dima e il prototipo di ventaglio (rosa per non sprecare la carta e il cartoncino azzurro).

Sono contenta di essere riuscita a scrivere questo post  che spero vi possa essere d’ispirazione.

Come sempre vi saluto augurandovi buona manualità

piccoli polpi per piccoli guerrieri

fiorievecchiepezze

Ho aderito recentemente con molto piacere ad una bella iniziativa di un gruppo di giovani mamme che su Facebook ha dato vita ad un progetto per lavorare a crochet dei piccoli polpi di cotone colorato destinati ai minuscoli ospiti della TIN (Terapia Intensiva Neonatale). “TINtacoli” è il nome del gruppo che fonde l’acronimo di Terapia Intensiva Neonatale (TIN) e la parola “tentacoli”.

Il progetto “Octopus for a Preemie” è partito dalla Danimarca, ma si è esteso in breve e molti paesi europei ed extraeuropei.

Alcuni studi e osservazioni mediche hanno infatti dimostrato che i neonati prematuri ricoverati in terapia intensiva traggono molti benefici dallo stringere tra le mani i tentacoli dei polipetti amigurumi, forse perché ricordano il cordone ombelicale materno e danno sicurezza ai piccoli che respirano meglio aumentando l’ossigenazione del sangue e regolarizzando il battito cardiaco. Inoltre i bambini stringendo fra…

View original post 170 altre parole

Stelle amigurumi

Da quando è arrivato Alberto ad ad oggi, non mi sono mai ritagliata del tempo da dedicare al blog anche se qualcosa, non molto, in questi 5 mesi ho fatto.

Voglio ricominciare a postare partendo dalle stelline portachiavi che questa sera Davide porterà ai soci dell’APAN (Associazione Provinciale Astrofili Novaresi) che domenica scorsa ci ha permesso di utilizzare le strutture dell’osservatorio di Suno (NO) per festeggiare il Battesimo del nostro Alberto.

04 stelle

Da circa due mesi nei ritagli di tempo ho realizzato le stelline seguendo le istruzioni di questo sito in spagnolo, poi ho aggiunto un anello di 20 catenelle con un giro di punto basso e l’ho collegato alla sua stella con 2 punti bassissimi ed in seguito ho inserito un anello metallico nell’asola comprato in un bazar gestito da cinesi.

Ecco alcuni portachiavi nei particolari

Ora vi saluto augurando buona manualità a tutti coloro che passeranno a vedere le mie stelline.

Girandole

Alberto il 30 di Novembre era cefalico… il 30 di Dicembre podalico… panicooo. Tutto ma non un cesareo, la mia ginecologa mi propone di fare la moxa con le ostetriche dell’ospedale ed eventualmente la manovra di ribaltamento per farlo tornare cefalico.

Il 1 Gennaio comincio la moxa e un po’ all’ospedale con le ostetriche Daniela e Donatella e un po’ a casa con il mio compagno tutti i giorni per 15 giorni dal 1 Gennaio al 15 mi faccio bruciacchiare i mignoli dei piedi per evitare il cesareo, ma nulla, mi spiegano bene in cosa consiste il ribaltamento e anche questo non fa per me.

Io e Davide, il mio compagno, decidiamo di andare oltre i 15 giorni canonici e al controllo del 19 Gennaio, Alberto era Cefalico, gioia, gioia infinita, mi sento come se mi avessero tolto uno zaino di 60 kg dalle spalle.

Sulla strada del ritorno vedo in una vetrina delle girandole e mi viene voglia di regalarle alle due ostetriche che mi hanno fatto conoscere questa meravigliosa tecnica, che ha permesso ad Alberto di girarsi, ma poi penso che non sono delle bambine e anche i loro figli hanno passato l’età di apprezzare delle girandole, poi mi è venuto in mente che mia nonna mi aveva insegnato a fare delle presine a girandola e così scelgo il cotone e mi metto al lavoro ed ecco il risultato.

01-presine-girandola

Ho provato a disegnare lo schema per realizzarle, ma graficamente non era abbastanza chiaro, quindi ho deciso di scrivere lo schema, spero di essere chiara e se non lo fossi datemi pure consigli su come migliorarlo o chiedetemi spiegazioni, Alberto permettendo cercherò di rispondere.

Punti impiegati:

anello magico – punto alto  – punto alto lavorato in rilievo sul davanti – punto alto lavorato in rilievo sul retro – punto gambero.

Schema:

Anello magico

1 giro: 12 punti alti chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella

2 giro: 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 2 punti alti a rilievo sul davanti in un punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella

3 giro: 1 punto alto a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 1 punto alto a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella.

 4 giro: 2 punti alti a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 2 punti alti a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella.

5 giro: 3 punti alti a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 3 punti alti a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella.

6 giro: 4 punti alti a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 4 punti alti a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella.

7 giro: 5 punti alti a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 5 punti alti a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella.

8 giro: 6 punti alti a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 6 punti alti a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella.

9 giro: 7 punti alti a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 7 punti alti a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella.

10 giro: 8 punti alti a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 8 punti alti a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella.

11 giro: 9 punti alti a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 9 punti alti a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella.

12 giro: 10 punti alti a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 10 punti alti a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella.

13 giro: 11 punti alti a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 11 punti alti a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e fare una catenella.

14 giro: 12 punti alti a rilievo sul retro 2 punti alti a rilievo sul retro in un punto alto, 12 punti alti a rilievo sul davanti, 2 punti alti a rilievo sul davanti nello stesso punto alto, ripetere per 5 volte e chiudere con un punto bassissimo e chiudere il lavoro.

Con un colore in contrasto lavorare a punto gambero i sei spicchi a punto alto in rilievo, e fare un asola a punto catenella.

03-presine-girandola

Realizzare un fiorellino e cucirlo nel centro della girandola.

05-presine-girandola

Ecco il risultato di una singola presina 02-presine-girandola

Ho usato l’uncinetto n.2 e tre fili di cotone n. 8

Sono molto contenta del risultato, domani ho un controllo all’ospedale e penso di lasciare le presine in ostetricia sperando che piacciano anche alle due ostetriche che mi hanno aiutato a far ritornare Alberto cefalico e mi hanno evitato il parto cesareo.

Spero che vi siano piaciute le mie presine e vi sia venuta voglia di realizzarle per la vostra cucina o da regalare.

Vi saluto augurando a tutti coloro che passano di qui buona manualità.

 

 

 

E’ arrivato Alberto

Il primo Febbraio alle 15.49 è nato Alberto.

01-fiocco

Questo è il fiocco nascita che la nonna Antonietta ha realizzato per Alberto.

Nei primi giorni di vita di Alberto è stato esposto sulla porta della camera in cui eravamo ricoverati, ricevendo complimenti da tutto il personale dell’ospedale e dai parenti, non solo nostri.

Ora è appeso sulla finestra vicina alla porta d’ingresso, perché è troppo bello per essere appeso alla porta ed esposto alle intemperie.

02-fiocco

Ecco qui il particolare del ricamo, nel quale si possono ammirare tutte le tonalità di colore usate per questo meraviglioso ricamo.

Ora vi saluto e vi auguro buona manualità.

Orsetto curioso

Nel post precedente ho parlato di due bavaglini regalatimi da mia sorella per Alberto: ecco il secondo con il suo ricamo.

01-orso-curioso

Lo schema l’ho trovato in questo sito, cliccando su   Назад :: Вперед   che trovate in alto a destra della schermata troverete tutta una serie di altri schemi molto simpatici adatti ai bambini.

02-orso-curioso

Bene, spero che il mio orsetto curioso vi sia piaciuto e che se non lo considerate così carino spero che possiate trovare altre ispirazioni nel sito che vi ho linkato.

Buona manualità.

 

Gatti per la pappa

Qualche tempo fa sono incappata in questo meraviglioso cuscino, cliccando sulla freccia verso destra troverete lo schema da seguire per realizzarlo. Ho conservato il link perché speravo di trovare il tempo per ricamare tutti quei gatti.

Quando mia sorella mi ha regalato due bavaglini da ricamare ho pensato di sfruttare lo schema dei gattoni che tanto mi piacciono, per ricamarne uno.

01-gatti

Il lavoro è un misto tra blakwork e punto croce. Per il punto croce prima si ricamano tutte le crocette e poi si ripassano le parti da far risaltare con il punto scritto. In questo caso ho usato una tecnica mista prima ho ricamato le sagome dei tre gatti con il punto scritto.

03-gatti

04-gatti

Poi ho “vestito” i gatti con il punto croce, inizialmente volevo usare gli schemi proposti per il cuscino poi ho deciso di crocettare senza schema il pelo dei miei gatti un po’ perché non avevo voglia di concentrarmi troppo e un po’ avevo voglia di usare la fantasia, anche se non ne serve molta.

05-gatti

07-gatti

Poi ho ripreso lo schema del cuscino per mettere baffi, occhi, naso e zampine per concludere i gatti.

09-gatti

Spero che anche a voi piacciano i gatti che ho scovato nel web e se vi manca il tempo e la voglia per fare il meraviglioso cuscino, possiate trovare qualcosa di più piccino dove poterli ricamare.

Vi saluto e vi auguro buona manualità.