Stella 3D

Finalmente ho trovato il tempo per dedicarmi alle sfide di Pazze x il Natale. Le ragazze per la seconda sfida di Settembre propongono “una stella 3D” nella propria opera. Bene, il mio manufatto è una scatolina a forma di stella, ideale per un piccolo pensierino natalizio.

019-stella-3d

Per la realizzazione di questa scatolina ho seguito le istruzioni di questo video.

Prima di realizzare la scatola per la sfida, ho fatto una prova con della carta extrastrong gialla. Ho iniziato tagliando 7 quadrati di 10cm di lato.

001-stella-3d

Per la realizzazione della parte laterale della scatola non ho avuto problemi, i problemi sono arrivati con il fondo.

002-stella-3d

Al terzo tentativo fallito ho deciso di aggirare il problema🙂

Ho misurato la base minore di uno dei 5 moduli della parte della laterale e ho disegnato un pentagono seguendo la costruzione del pentagono dato il lato.003-stella-3d

In questo video trovate il procedimento per disegnare il pentagono.

Anche per la parte esterna della base, ho disegnato le punte: nel punto medio di ogni lato ho tracciato la perpendicolare e ho disegnato 5 triangoli isosceli con altezza di 1 cm.

005-stella-3d

Per la scatola della gara ho usato della carta rossa al posto della carta natalizia, questo mi ha permesso di avere un motivo rosso alla base. Ho seguito di nuovo il video per la costruzione della scatolina.

006-stella-3d

Nel video viene proposta una chiusura piuttosto complessa… anche qui ho “barato”. Ho fatto dei fori per far passare il cordoncino negli angoli ottusi della stella.

008-stella-3d

Con un filo di cotone giallo ho fatto un cordoncino e l’ho fatto passare nei fori e ho chiuso la scatolina.

009-stella-3d

Questo è il risultato della prova della mia stella 3D. Nella scatola per la gara ho usato dei quadrati di 15 cm, ma anche questa non è venuta molto grande, non ho provato con misure maggiori, ma penso che con quadrati di lato 20/21 cm possa risultare una scatolina abbastanza grande per contenere caramelle o piccoli pensierini di Natale.

Spero che la mia scatolina vi piaccia e che i miei trucchetti vi possano aiutare per realizzare la vostra.

Vi saluto e auguro a tutti coloro che passano di qui buona manualità.

Stirare i centrini della nonna

Nel post dedicato alla collana floreale per irrigidire le foglioline all’uncinetto ho utilizzato il metodo spiegato da Beatrix in uno dei suoi post.

Per non perdere il metodo usato da mia nonna, mi sono fatta preparare da mia mamma l’amido per stirare i centri.

Serve del comune amido di mais, riso o grano, purché sia amido.dscn3425

In un pentolino mettere acqua e amido in proporzione di 4 quantità di acqua e 1 quantità di amido.

Mia mamma usa un pentolino vecchio che usa solo per questo lavoro, ma vi assicuro che l’amido che rimane si lava via molto bene, quindi si può usare un pentolino qualsiasi.

dscn3418

Accendere il fornello e mescolare in continuazione fino a quando si presenteranno le prime bolle.

Lasciare raffreddare… altrimenti rischiate una bella ustione😉, nel frattempo  preparate una base, mia mamma ha ancora quella che usava mia nonna: un asse di polistirolo ricoperto con un telo bianco (credo che sia un pezzo di lenzuolo).

dscn3426

Disegnare i riferimenti per poi puntare il nostro centrino. Io non avevo portato il compasso, quindi ho usato un piatto…

Poi con molta, tanta, infinita pazienza cominciare a puntate i diametri geometrici del centrino e poi poco per volta gli archi più vicini ai diametri

ed in fine anche tutti gli altri archetti.

dscn3433

Questo è il mio lavoro di quel pomeriggio.

dscn3439

Questo tipo di stiratura da una grande rigidità dei manufatti che dura fino a quando non li si lava.

Quando si decide di stirare in questo modo occorre tanta pazienza e precisione, perché se non si fanno bene i riferimenti e soprattutto non non li si rispetta, i centrini perdono la loro simmetria e di conseguenza anche la loro bellezza.

Bene ora vi saluto e vi auguro tanta tantissima pazienza e come sempre una buona manualità.

 

Cuffietta per neonato

Mi sono stati regalati questo gomitoli di lana color bianco avorio. Ideali per abbigliamento per neonati.

dscn3444

Cercando nella mia bacheca di Pinterest ho trovato le spiegazioni di questa cuffietta per neonati. Nel post ci sono le misure per realizzare cuffie pere neonati di 3-6 mesi e 12 mesi, io ho fato quella per i 3-6 mesi.

dscn3446dscn3445

Le spiegazioni non sono proprio chiarissime, ad un certo punto ho pensato addirittura che fossero state realizzate con 4 ferri… ma parla di viviagno, quindi non è da fare con i 4 ferri.

Dopo qualche tentativo, ho capito che c’è un errore nel passaggio dopo le parole “Per formare il fondo” che dovrebbero essere sostituite con : una maglia di vivagno, 8 maglie diritte *due maglie insieme a diritto 8 maglie diritte** e ripetere da * a ** 2 maglie diritte insieme e una maglia di vivangno.

Per la chiusura della cuffietta bisogna fare le cuciture all’esterno per i primi 5 cm e interne per il resto della cuffia, in modo che le cuciture rimangano sempre all’interno del lavoro.

Ho chiuso come dopo sei giri a maglia rasata, al contrario rispetto alla cuffietta, ora che sto scrivendo mi è venuto in mente che sarebbe stato più simpatico se avessi lavorato più giri, fino a poter fare un nodino sull’apice della cuffia.

Vorrei realizzarne una più piccola, con lo stesso schema, ma usando un filato più fine e quindi ferri più piccoli, in modo che sia adatta ad un neonato appena nato e farò la conclusione a nodino come mi è venuta in mente.

Ora saluto e auguro a tutti coloro che passano di qui buona manualità.

Collana floreale

Credo che sarà capitato a tutte di trovare qualcosa di assolutamente meraviglioso, fatto a maglia o all’uncinetto, in Pinterest o Google immagini, entrare nel sito e poi scoprire che l’articolo è in vendita e non ci sono gli schemi. Questo è quello che è successo a me sperando di poter copiare la collana di questo sito.

Ma non mi sono persa d’animo, ho pensato “non mi verrà come nella foto, ma di foglie e fiori all’uncinetto è pieno il web e con un po’ di pazienza riuscirò a realizzare la mia copia”, e così ho fatto.

dscn3443

Per la lunghezza ho trovato questo sito è in russo, ma le misure sono in cm, quindi perfettamente consultabili anche dalle italiane, per la collana vera e propria ho fatto una spighetta rumena di 70 cm più 25 cm per il fogliame.

Per le istruzioni della spighetta rumena ho seguito le indicazioni di questo video, per l’esattezza ciò che la youtubber chiama anelli sono asole, ma a parte questa imprecisione il video è davvero molto chiaro e preciso.

ù

Per le foglie mi sono fatta uno schema personale, modificando lo schema che avevo realizzato per la stella di Natale di questo post, per i piccioli ho fatto cordine con la spighetta rumena di diverse misure.

dscn3410

Avevo paura che le foglie si arricciassero come le foglie autunnali, così ho pensato che avrei dovuto stirarle come faceva mia nonna con i centrini, ma per qualche fogliolina non avevo voglia di: andare a comprare l’amido, far bollire acqua e amido, aspettare che si raffreddasse e solo dopo poter inamidare.

Così ho deciso di sperimentare le istruzioni di Beratrix in questo post per stirare con la colla vinilica.

Così ho preso un pezzo polistirolo e l’ho ricoperto con un po’ di stoffa fermandola con qualche spillo.

Ho mixato gli ingredienti: acqua e colla vinilica nelle proporzioni consigliate da Beatrix e ho bagnato le mie foglioline, lasciando fuori i piccioli.

dscn3413

Poi ho fermato con gli spilli le foglie sul supporto in polistirolo.

Il giorno dopo ho tolto gli spilli e ho ottenuto le foglie aperte, proprio come le desideravo io.

Per i fiori dopo un po’ di prove ho deciso di realizzare quelli di questo sito, il sito è in una lingua a me sconosciuta e inglese con foto molto chiare tanto che a dispetto delle lingue straniere i miei fiori sono molto simili agli originali.

Con ago e filo, cercando di nascondere i punti ho assemblato il tutto.

Sono soddisfatta del risultato e spero che il mio progetto vi piaccia e che sopratutto vi sia di ispirazione per i vostri lavori.

Ora vi saluto augurandovi buona manualità.

Segnalibri

Bene,  dopo qualche confronto con mia sorella e il mio compagno, ho scelto di realizzare come ricordo per gli ospiti alla festa dell’anniversario di Professione Religiosa di mia zia i segnalibri sperimentati in questo post.

Ecco qui i 40 segnalibri. 008zb

Rispetto prototipo originale ho dovuto apportare delle modifiche per poter standardizzare e quindi velocizzare il lavoro e risparmiare sul materiale.

La prima modifica che ho dovuto apportare è stata quella legata alla larghezza del segnalibro per mantenere la proporzione con la finestrella a forma di colomba delle fustelle, che rispetto a quella che avevo disegnato sul prototipo, è più piccola e di conseguenza per mantenere le proporzioni ho dovuto modificare anche l’altezza del segnalibro.

Quindi la larghezza del segnalibro è di 4,6 cm

 

Per l’altezza ho dovuto fare un ragionamento di economia: avevo a mia disposizione fogli di cartoncino di 35×24 cm quindi per poter ottenere il massimo numero di rettangoli, senza scarti eccessivi di cartoncino l’altezza dei miei segnalibri è di 17 cm, cioè la metà dell’altezza dei fogli a mia disposizione. Quindi i segnalibri misurano 4,6×17 cm

Per la scritta ho scelto il carattere Script MT Bold un carattere a mio avviso elegante e allo stesso tempo non troppo sofisticato.

007zb

Ho scelto colori caldi perché credo siano i colori più adatti ad una festa.

Ecco qui i miei segnalibri realizzati dall’acquisto delle fustelle a questa mattina.

Vi saluto e vi auguro buona manualità.

 

Post haul

Come fanno le blogger appassionate di make-up dopo una ricca spesa, voglio fare anch’io un post haul.

Ieri sono andata alla fiera di San Rocco di Magenta e ho comprato un po’ di materiale per lo scrapbooking presso il banco “Mercanti in Fiera“, i proprietari sono stati molto gentili e mi hanno seguita nei miei acquisti e hanno risposto con gentilezza ai miei dubbi e perplessità.

Ho speso 60€: 60€ ben spese.

Cercavo delle fustelle con le colombe e ho acquistato queste due, una pop-up e una semplice, molto carine.

DSCN3385

Poi ho preso una fustella tonda con il bordino festonato di 5cm di diametro, semplice ma dai mille usi.

DSCN3386

La quarta e ultima fustella è una bordatrice, permette di fustellare sia angoli che bordi, anche questa credo che mi tornerà molto utile, non solo perché molto carina, ma anche perché ha 4 possibilità di taglio.

DSCN3388

Poi ho acquistato due confezioni timbri con relativo supporto trasparente e un tampone di inchiostro color argento e molto gentilmente la proprietaria me ne ha regalato uno color oro.

DSCN3389

Sono davvero soddisfatta dei miei acquisti, le fustelle con le colombe dovrò utilizzarle immediatamente per i segnalibri descritti in questo post, per il resto del materiale ho tantissime idee che spero di mettere in pratica e condividere con voi al più presto.

Vi saluto augurandovi buona manualità.

Segnalibro ricordo anniversario

La terza idea, che ho ipotizzato come ricordo dell’anniversario di professione religiosa di mia zia, è quella di un segnalibro per ogni ospite. In rete ne ho trovati di diversi modelli che credo possano essere adatti per l’occasione, sostituendo cuoricini, fiorellini e animaletti con una colomba, simbolo dello Spirito Santo.

Ovviamente per realizzarli avrò bisogno di fustelle a forma di colomba, ne ho trovate di carine in questo sito, i proprietari del sito fanno anche dei mercatini e martedì prossimo andrò a trovarli per comprare sicuramente le due fustelle con colombe ed eventualmente anche altro materiale per lo scrapbooking.

Il modello di segnalibro che, a mio avviso, si presta meglio all’evento è quello che ho trovato in questo blog.

La scrapper ha cucito i cartoncini e credo che abbia stampato il “sentment” direttamente sul cartoncino usato per il segnalibro, io ho semplificato molto il lavoro perché non tutti i mezzi che la blogger ha a sua disposizione.

Il prototipo nelle foto è stato fatto con il materiale che avevo a casa, ovviamente se deciderò di realizzare questo manufatto come ricordo d’anniversario, acquisterò il materiale più adatto e il tutto sarà studiato meglio, a partire dall’usare per il fronte e per il retro il cartoncino dello stesso colore.

Sono partita da un rettangolo di cartoncino giallo di 6X22 cm, in basso ho disegnato la colomba copiandola dalla foto della fustella ce vorrei acquistare e l’ho ritagliata usando il taglierino

Ho fatto qualche prova per capire quale fantasia stesse meglio nella finestrella a forma di colomba e in questo caso ho deciso che il banco è il colore che risalta meglio ed è anche il colore reale delle colombe.

Ho tagliato un rettangolo di carta bianca e ho scritto il motivo della festa, ovviamente nei segnalibro definitivi tutto verrà stampato con un bel carattere, ho fissato tutto sul retro del cartoncino.

Ho aggiunto un nastrino piegato in due e ho chiuso tutto con un altro cartoncino 6X22 cm. Attorno al bordo ho disegnato una finta cucitura.

Il risultato mi soddisfa molto e rispetto alle scatoline-bomboniere questo “pensierino” mi sembra più adatto al tipo di festa, ne parlerò un po’ con mia sorella e poi mi metterò all’opera… da quanto mi ha detto mia madre potremmo essere a tavola in 40…

Vi saluto e auguro a tutti coloro che passano di qua buona manualità.